Seleziona una pagina

Introduzione


Venerdì di questa settimana, è dedicato al Sacro Cuore di Gesù, quel cuore che, come
diceva Santa Margherita Maria Alacoque (1647-1690) in una delle rivelazioni ricevute da Gesù, “ha
tanto amato gli uomini e che nulla ha risparmiato fino ad esaurirsi e a consumarsi per testimoniare
loro il suo Amore
”.

Lasciamo qui un link su chi volesse approfondire: https://www.santodelgiorno.it/santa-margherita-maria-alacoque/

Santa Margherita e il Sacro Cuore

Santa Margherita è una mistica alla quale è legata la devozione al Sacro Cuore.
Le parole a lei rivelate, ci aiutano a riflettere sul grande amore che Gesù ha per ognuno di noi e ci
invitano a pensare a quanto noi corrispondiamo a questo amore. Come in ogni amore, chi ama
desidera essere riamato, ed è dolce e al tempo stesso sconcertante, sapere che Gesù voglia aver
bisogno del nostro povero amore. Eppure Egli lo desidera così tanto! E lo rattrista enormemente
l’indifferenza che spesso riscontra in tanti cuori.

Così si esprime in una delle rivelazioni a Santa Margherita:

“Questo [riferendosi all’ indifferenza e all’ ingratitudine di molti] mi fa soffrire più di
tutto ciò che ho patito nella mia Passione, mentre se, in cambio, mi dessero almeno un po’
d’amore, stimerei poco ciò che ho fatto per loro e vorrei, se fosse possibile, fare ancora di più.
Invece non ho dagli uomini che freddezze e ripulse alle infinite premure che mi prendo per far loro
del bene”.

Ma ci pensiamo? Gesù che ci chiede un po’ di amore e che addirittura vorrebbe fare per
noi ancora di più in cambio di esso. Questo mi lascia davvero senza parole.

Il venerdì dedicato al Sacro Cuore

Gesù rivela inoltre a Santa Margherita di sentirsi rattristato per la freddezza e
l’ingratitudine che riscontra in tanti cuori, anche di anime consacrate, davanti al Sacramento
d’Amore (Eucarestia) e le dice:

“Per questo ti chiedo che il primo venerdì dopo l’ottava del Corpus
Domini, sia dedicato ad una festa particolare per onorare il mio Cuore, ricevendo in quel giorno la
santa comunione e facendo un’ammenda d’onore per riparare tutti gli oltraggi ricevuti durante il
periodo in cui è stato esposto sugli altari. Io ti prometto che il mio Cuore si dilaterà per effondere
con abbondanza le ricchezze del suo divino Amore su coloro che gli renderanno questo onore e
procureranno che gli sia reso da altri”
.

Quindi, in questo venerdì 19 giugno 2020 dedicato al Sacro
Cuore (festa mobile), possiamo cogliere l’occasione per rispondere a questo appello di Gesù, che
poi è sempre per il nostro bene. Il nostro cuore infatti, è creato per l’amore e credo che il
desiderio più profondo di ogni essere umano sia quello di essere amato e di amare. Allora
gettiamoci con fiducia in questo Cuore divino che è così tanto appassionato per noi: “Almeno tu
amami” chiede Gesù a Santa Margherita in uno dei loro intimi colloqui e vorrei che sentissimo
rivolto come ad ognuno di noi questo invito così intenso.

Santa Caterina Volpicelli e le Ancelle del Sacro Cuore

Prima di terminare, vorrei solo ricordare la forse meno conosciuta Santa Caterina Volpicelli
da Napoli (1839-1894), il cui compito principale (anche se non l’unico) è stato quello di far amare il
Sacro Cuore pur restando nella società, di essere una “pescatrice di anime” nel mondo,
accompagnando il tutto con opere di carità. Fu anche fondatrice di una congregazione religiosa: le
Ancelle del Sacro Cuore. Il suo esempio ci insegna che ognuno di noi può fare molto in qualsiasi
stato di vita, se aperto all’Amore di Dio. Vorrei sottolineare che Santa Caterina aiutò nel suo
percorso di fede il Beato Bartolo Longo che era stato precedentemente vicino allo spiritismo. A lui,
come molti sapranno, si deve il culto alla Madonna del Santo Rosario di Pompei.
Anche se il presente articolo è dedicato al Sacro Cuore, ci tengo a non dimenticare che a
questa festa ne sono legate altre due: il Cuore Immacolato di Maria (si festeggia il sabato seguente
al venerdì del Sacro Cuore, quindi questo anno sabato 20 giugno) e il Castissimo Cuore di San
Giuseppe (si festeggia il mercoledì seguente al venerdì del Sacro Cuore, quindi questo anno
mercoledì 24 giugno).

Per altri approfondimenti: https://www.legraindeble.it/anatomia-cardiaca-del-miracolo-eucaristico/

Le promesse di Gesù

Vi lascio con le promesse che Gesù rivolge, sempre tramite Santa Margherita, ai devoti del
Suo Sacro Cuore:

  1. Darò loro tutte le grazie necessarie al loro stato.
  2. Metterò la pace nelle loro famiglie.
  3. Li consolerò in tutte le loro pene.
  4. Sarò loro rifugio sicuro durante la vita e soprattutto alla loro morte.
  5. Spargerò abbondanti benedizioni su tutte le loro imprese.
  6. I peccatori troveranno nel mio Cuore la fonte e l’oceano infinito della misericordia.
  7. Le anime tiepide diventeranno ferventi.
  8. Le anime ferventi si eleveranno a grande perfezione.
  9. Benedirò le case dove l’immagine del mio Sacro Cuore sarà esposta e onorata.
  10. Darò ai sacerdoti il dono di toccare i cuori più induriti.
  11. Le persone che propagheranno questa devozione avranno il loro nome scritto nel mio Cuore,
    dove non sarà mai cancellato.
  12. Io prometto nell’eccesso della misericordia del mio Cuore che il mio amore onnipotente
    concederà a tutti quelli che si comunicheranno il primo venerdì del mese per nove mesi
    consecutivi la grazia della penitenza finale. Essi non moriranno in mia disgrazia, né senza ricevere i
    Sacramenti, e il mio Cuore sarà loro rifugio sicuro in quell’ora estrema.

Berenice

Condividi questa pagina!